TAGLI ALLA SPESA SANITARIA 
E RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA IN SICILIA
Preoccupazioni e delusioni, 
ma bisogna reagire 
____________________________________________________________________
DECENNI DI MALA POLITICA GESTIONALE DELLA COSA PUBBLICA
ADESSO CI PRESENTANO IL CONTO ED E' ANCHE MOLTO SALATO

Settembre 2016, è stato un mese veramente "caldo", certamente non mi riferisco alle condizioni climatiche sopportate - quelle bisogna accettarle in modo naturale e senza possibilità di modifica - ma per le attenzioni che si sono riservate alle preoccupanti notizie riportate dalla stampa regionale relative agli ingenti tagli alla spesa sanitaria e alle conseguenti ristrutturazioni logistiche della rete ospedaliera siciliana.
Ancora niente di definitivo, ma le preoccupazioni emergono a tutti i livelli, personale sanitario e semplici cittadini che, si vedranno dimezzare servizi e reparti delle strutture ospedaliere dell'isola, indispensabili alla salvaguardia della salute degli utenti bisognosi, con l'aggravante di percorrere molti chilometri per poter approdare ad un servizio che possa curare il problema sanitario, sempre se si è fortunati a raggiungerlo, con le "strade-trazzere" che ci ritroviamo.
La lettera del 14 settembre della signora Laura, pubblicata dalla testata giornalistica on line "94014.it" di Nicosia e spedita all'Assessore Regionale alla Salute della Regione Siciliana, ha veramente commosso tutti.
Lo sfogo della mamma per la drammaticità delle condizioni sanitarie del figlio riportate nella lettera e l'elogio al personale medico e paramedico, hanno fatto sicuramente breccia nei cuori della gente, ma non sapiamo se tutto ciò andrà a condizionare le decisioni che saranno prese nelle sale della politica che conta, quelle delle decisioni del si e del no, ma ancora del tempo ne rimane prima di mettere nero su bianco la decisione finale e forse anche intransigente.
In tutta la Sicilia, casi così drammatici e commoventi non sono isolati e il problema da risolvere, è quello di poter accedere da parte dei bisognosi ai servizi di emergenza in maniera veloce per avere garantito il primo intervento salvavita. 
L'Amministrazione regionale, sa benissimo delle condizioni in cui si trova il territorio del nord della provincia di Enna e delle zone limitrofe di altre provincie confinanti (Palermo e Messina) e che gran parte di utenti di quelle zone si appoggiano alla struttura sanitaria del "Basilotta", supportato da vie di comunicazioni dissestate. Molto spesso, personaggi politici o di altri settori, sono contenti di visitare le nostre zone sia per i paesaggi, i contenuti artistici e storici o per avere la possibilità di gustare cibi di eccellente prelibatezza, ma se ne vanno disgustati per le condizioni stradali.
I raggruppamenti ospedalieri e la riduzione drastica dei servizi proposti in provincia, deludono le aspettative degli utenti che, si aspettano soluzioni di problemi sanitari in sede e no aumento di difficoltà. 
Nell'esempio specifico del "Basilotta", reparti come quello di Ortopedia e Traumatologia (frequentato da un'ampia utenza giornaliera ambulatoriale e di ricoveri con prestazioni chirurgiche di alta professionalità) o quello di Cardiologia, indispensabile servizio di zona per la sua estrema necessità di intervento vitale, ma nondimeno del punto nascita e del reparto di Ginecologia ed Ostetricia, sono presidi di garanzia della salute a tutti i cittadini e no possibili tagli ingiustificati.
Nicosia in questi ultimi anni, è stata depredata di molti presidi istituzionali (Tribunale e Carceri) e non possiamo permetterci ancora una volta, di essere oggetto di "saccheggi" che, in questo caso sarebbero più esponenziali in quanto riguarderebbero la salute, garantita dalla carta costituzionale italiana.
Nelle nostre zone, di depressi ci sono i territori, in quanto caratterizzati da una condizione economica e sociale disagiata e da una generale situazione di scarso sviluppo anche per la mancanza di infrastrutture (strade) di buon livello, se poi vogliamo accostare a questa definizione la condizione fisiologica degli esseri umani e quindi dei cittadini che si rivolgono agli ospedali per essere curati, come la richiesta di una madre per la patologia importante e grave per il proprio figlio, abbiamo molte ragione in più per gridare a voce alta per mantenere con efficienza tutti i servizi sanitari in dotazione all'ospedale "Carlo Basilotta" di Nicosia, con il relativo adeguamento numerico di medici, infermieri e tecnici sanitari.
Presentare un bilancio finanziario, tagliando gli sprechi è giusto e condivisibile da tutti, ma razionalizzare la salute, è un'altra cosa, ci porta a pensare che l'inciviltà e l'inconsapevolezza sono dietro l'angolo o peggio ancora, si sono già impossessati della nostra indifferenza.
Con l'auspicio collettivo di un ravvedimento da parte dei politici per l'annullamento del piano di riorganizzazione della rete ospedaliera regionale, auguro a voi tutti una buona giornata.
30/09/2016 (sanspi)
============================== 


==========================================
PROMOZIONE ARTISTICA E TERRITORIALE
Eugenio Santoro:
Presidente dell'Associazione culturale "SerenArte" di Bologna, direttore del Museo Orfeo di Bologna.
Ha molto a cuore Nicosia, non solo per gli affetti di famiglia, ma anche per tanti motivi artistici e non solo. Personaggio alla ricerca di artisti che vivono nella nostra città e nel territorio dell'entroterra siciliano.
Una serie di interviste al fine di promuovere artisti ed operatori commerciali del centro della Sicilia ad un pubblico più vasto e competente.

Le altre interviste:
Gina Scardino (pittrice) di Nicosia (EN)
Fratelli Granata - pasticceria come Arte (commercianti di esercizio pubblico) di Nicosia (EN)
Concetta Nigrelli (Consigliere comunale) di San Mauro Castelverde (PA)
Concetta  - (Libraia) di Troina (EN)
Charlie La Motta - presidente Pro Loco di Nicosia (En) 15/08/2016

=================================================

La Città di Nicosia in diapositive
The city of Nicosia in slides 

Aggiornamento fotografico in corso, buona visione.
Photo update in progress, good vision.